vai subito al contenuto

La storia del gheppio Priscilla

Sono Priscilla, una femmina adulta di gheppio (Foto 1).
Vivevo tranquilla a Somaggia di Samolaco, cacciando topolini e piccoli uccelli nella piana della Valchiavenna, e stavo cominciando a prepararmi alle attività della primavera, scegliendo con il mio compagno un sito in cui nidificare... quando il 28 febbraio 2017 qualcuno mi ha sparato con un fucile ad aria compressa, che mi ha conficcato un grosso pallino Diablo nell'ala destra (foto 2).
Ero sotto shock, con una seria infezione e non riuscivo più volare... sarei certamente morta in breve tempo, quando mi hanno recuperato e portato ad un Agente della Polizia Provinciale che mi ha consegnato al CRAS di Ponte in Valtellina. Qui il veterinario mi ha curato con sollecitudine, finchè non ho ripreso le forze... allora mi ha operato per estrarre il pallino che mi immobilizzava (foto 3 e 4). Ora sto molto meglio, ho ripreso a mangiare (video 1) e sto ricominciando a volare (video 2).
Se continuerò a migliorare spero di tornare presto in libertà dal mio compagno.. e, chissà, magari riuscirò ancora ad avere una bella nidiata di piccoli gheppi!
È triste pensare che ci siano persone tanto sciocche e ignoranti da sparare per gioco ai rapaci, ma per fortuna ho incontrato anche tanti umani gentili e premurosi...

Fotografie

foto gheppio Priscilla 2017 foto gheppio Priscilla: il pallino 2017 foto gheppio Priscilla: intervento 2017 foto gheppio Priscilla: intervento 2017

Video