vai subito al contenuto

La gru Olivia

nome scientifico Grus grus

Alta, slanciata e di spettacolare eleganza… il piumaggio grigio, il collo bianco e nero, una macchia rossa sulla testa e la coda a pennacchio… sono la regina dei cieli, la Gru cenerina.

Con le ali aperte raggiungo i due metri e mezzo e percorro lunghissime distanze, volando per migliaia di chilometri, in grandi stormi, nella tipica formazione a V. Anche in Valtellina, in primavera, puoi vedermi in volo con le mie compagne, quando migriamo verso l'Europa settentrionale per nidificare… e puoi sentire i versi striduli che facciamo per restare unite e darci coraggio, un acuto kruuu, da cui abbiamo preso il nome.

Ma non sempre va tutto bene… e così il 14 aprile 2017 un agente della Polizia Provinciale mi ha raccolto a Grosio, ferita e traumatizzata, forse per l'impatto contro un cavo.

Il veterinario Franco Milani mi ha visitato e mi ha diagnosticato una rottura del legamento e una brutta frattura del gomito, un bel problema per un animale che deve volare per lunghi tratti come me. Con molta cautela mi ha operata e sono stata a lungo bendata, poi mi sono pian piano ripresa, ho ricominciato a correre e a saltellare…

Un giorno il conduttore del Centro ha lasciato per sbaglio aperta la porta della voliera e non ho potuto resistere… sono volata fuori! Ora gironzolo nel CRAS, svolazzando avanti e indietro… non sono ancora del tutto autonoma ma forse un giorno potrò raggiungere di nuovo le mie compagne e riprendere le mie spettacolari danze d'amore… Intanto però, grazie all'ottimo lavoro del veterinario e di tutto lo staff del Centro, sono felice di essere nuovamente libera e di poter riprovare a volare!

Fotografie

foto la gru Olivia arriva al cras foto la gru Olivia sul tavolo operatorio foto la gru Olivia post intervento