vai subito al contenuto

Com'è regolamentata la pesca in Provincia di Sondrio

L'esercizio della pesca nelle acque interne della provincia di Sondrio è disciplinato dalla Legge Regionale n. 31 del 5 dicembre 2008 "Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale", con le modifiche apportate dalla Legge Regionale n. 20 dell'8 luglio 2015 e dal Regolamento Regionale n. 9 del 22 maggio 2003, con le modificazioni introdotte dal Regolamento Regionale n. 4 dell'8 febbraio 2010. Le acque salmonicole sono date in concessione all'Unione Pesca Sportiva della Provincia di Sondrio - via Fiume 85 - 23100 Sondrio - tel. 0342/217257, che annualmente adotta il proprio regolamento, nel quale sono indicati, tra l'altro, le modalità ed i tempi di pesca. Per esercitare la pesca nelle acque salmonicole della provincia di Sondrio è richiesto, oltre al possesso della licenza di pesca regionale (tipo B), il permesso rilasciato dall'Unione Pesca Sportiva della Provincia di Sondrio. Le acque del Lago di Mezzola, (tipo A), del Pozzo di Riva e del canale di collegamento fra Pozzo di Riva e Lago di Mezzola, (tipo C), sono regolamentate dalle Province di Como e Sondrio.

Licenza di pesca di tipo "B"

La licenza B per la pesca dilettantistica è costituita esclusivamente dalla ricevuta di versamento della tassa annuale di concessione regionale su cui devono essere riportati :

  • i dati anagrafici e Codice Fiscale del soggetto che effettua il versamento
  • la causale del versamento: "tassa pesca - licenza tipo B".

Pertanto chi esercita la pesca dilettantistica deve avere con sé, oltre al documento di identità, la ricevuta dell'avvenuto pagamento. Non sono più necessari ulteriori tesserini.

  • L'importo è pari a Euro 23,00
  • La licenza ha durata 12 mesi dalla data del rilascio
  • Non vengono modificate le fasce di esenzione per i residenti in Italia di età inferiore a 18 anni o superiori a 65 anni e per i soggetti di cui all'articolo 3 della L. 5.febbraio 1992 n.104 (Legge quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate) che esercitino la pesca con l'uso della sola canna, con o senza mulinello, armata con uno o più ami. Si precisa che per "uso della sola canna" si intende che il pescatore può utilizzare come attrezzo di pesca solo la canna intesa come tipologia di attrezzo nel numero massimo consentito dalla Legge.
  • La licenza B vale anche per gli stranieri, mentre non è più previsto il permesso turistico.

I pagamenti delle tasse di concessione devono essere effettuati esclusivamente tramite bonifico Intestato a Regione Lombardia - Tassa concessione pesca - COORDINATE IBAN IT95 D030 6909 7901 0000 0300 047 per l'estero codice bic/swift: BCITITMM.

Per maggiori informazioni sulle modalità di rilascio delle licenze di pesca consultare il sito: www.regione.lombardia.it

Regolamenti provinciali sulla pesca




Carta ittica