vai subito al contenuto

Funzioni paesaggistiche degli enti locali

Il Decreto Legislativo 22 gennaio 2004 , n° 42 all’art. 146 prescrive che “i proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di immobili o aree di notevole interesse pubblico sottoposti a tutela di legge , hanno l’obbligo di sottoporre all’ente competente (regione o ente subdelegato) i progetti delle opere che intendano eseguire, corredati della documentazione prevista, ai fini di ottenere preventiva autorizzazione. In difetto di essa, i lavori non possono essere iniziati.”
I beni paesaggistici sono definiti nel Decreto legislativo n° 42/2004 – Parte III  (Codice dei beni culturali e del paesaggio / Codice Urbani) [PDF file ~ 127kB], e precisamente:

  1. gli immobili e le aree indicate all’art 136 ed individuati ai sensi degli art. da 138 a 141 del D. Legislativo 42/2004 (bellezze individue e bellezze d’insieme);
  2. le aree indicate all’art. 142 del D. Legislativo 42/2004 (categorie di bellezze);
  3. gli immobili e le aree comunque sottoposti a tutela dai Piani Paesaggistici previsti dagli art. 143 e 156 del D. Legislativo 42/2004

Funzioni attribuite alla Provincia

La "Legge per il governo del territorio" (legge regionale 11 marzo 2005 n.12 [PDF file ~ 381kB]), in particolare al "Titolo V - Beni paesaggistici" [PDF file ~ 118kB] ha disciplinato le modalità di rilascio dell’autorizzazione paesaggistica in coerenza con il sopra citato D.Lgs. n° 42/2004.
L'art. 80 della l.r. 12/05 definisce le competenze in materia paesaggistica, pertanto spetta alla Provincia l’esercizio delle funzioni amministrative per il rilascio di autorizzazioni paesistiche e l’irrogazione delle sanzioni nei seguenti casi:

art. 80, comma 3:

  1. attività estrattiva di cava e smaltimento rifiuti ad eccezione di quanto previsto al comma 2 dell’ art. 80 della legge regionale 12/2005;
  2. opere di sistemazione montana di cui all’articolo 2 della l.r. 12 settembre 1983, n. 70 (norme sulla realizzazione di opere pubbliche di interesse regionale);
  3. strade di interesse provinciale;
  4. interventi da realizzarsi nelle aree del demanio lacuale relativamente ai laghi indicati nell’ allegato A della legge regionale 12/2005 (nel caso specifico: lago di Mezzola);
  5. interventi di trasformazione del bosco di cui all’ articolo 4 del Decreto Legislativo 18 maggio 2001 n. 227 “Orientamento e modernizzazione del settore forestale a norma dell’art. 7 della legge 5 marzo 2001, n. 57”; (da leggersi con l’art. 80 comma 3bis introdotto dalla l.r. 4/2008)
    e-bis. linee elettriche a tensione superiore a quindicimila e fino a centocinquantamila volt;
    e-ter. opere relative alla produzione di energia elettrica da fonti energetiche rinnovabili di cui all’art. 28, comma 1 lettera e-bis) della l.r 26/2003

art. 80, comma 4

Opere idrauliche realizzate dalla Provincia stessa.

art. 80, comma 6-bis

Dal 1º gennaio 2010 sono esercitate dalla Provincia le funzioni amministrative dei comuni per i quali non sia stata verificata dalla Regione la sussistenza dei requisiti di organizzazione e di competenza tecnico-scientifica richiesti (qualora l’intervento ricada nei territori compresi all’interno dei parchi regionali le funzioni sono esercitate in via sostitutiva dall’Ente gestore del Parco). La domanda di autorizzazione va inoltrata al comune competente che provvederà, a sua volta, ad inviarla in Provincia/Ente Parco, allegando specifica dichiarazione di conformità urbanistica ed edilizia.
Ai sensi dell’art. 146 comma 13 del D.Lgs 42/04, è istituito un elenco delle autorizzazioni rilasciate, aggiornato almeno ogni trenta giorni e liberamente consultabile, in cui è indicata la data di rilascio di ciascuna autorizzazione con l’annotazione sintetica del relativo oggetto.  

Commissione provinciale del Paesaggio

Per il legittimo esercizio delle funzioni paesaggistiche (ordinarie o semplificate) è necessario, ai sensi dell'art. 81 della l.r. 12/2005, il parere obbligatorio della Commissione per il paesaggio di cui tutti gli Enti locali lombardi titolari di funzioni paesaggistiche debbono obbligatoriamente dotarsi. Il mancato riconoscimento dell’idoneità all’esercizio delle funzioni paesaggistiche da parte di Regione Lombardia non consente agli Enti locali l'esercizio di tali funzioni.
Con determinazione dirigenziale n.194 del 16.06.2009 [PDF file ~ 20kB] è istituita la Commissione Provinciale del Paesaggio costituita da 5 componenti esterni all’amministrazione. Sulla base del Regolamento vigente [PDF file ~ 74kB] , approvato con DCP n. 58 del 26 novembre 2008, la commissione si esprime con parere obbligatorio sulle istanze paesaggistiche istruite dagli uffici provinciali competenti. La commissione si riunisce indicativamente una volta al mese.

Modalità e criteri per la presentazione delle istanze paesaggistiche

Con la pubblicazione della D.G.R. n. 9/2727 del 22/12/2011 [PDF file ~ 6,3MB] (BURL n. 2 del 13 gennaio 2012) entrano in vigore i nuovi criteri regionali relativi all’esercizio delle funzioni amministrative in materia di beni paesaggistici in attuazione della legge regionale 11 marzo 2005, n. 12.
Il documento approvato sostituisce la precedente D.G.R. n. 8/2121 del 15/03/2006 e costituisce il riferimento per tutti gli Enti locali lombardi dettando criteri, indirizzi e procedure per l’esercizio delle competenze paesaggistiche.
Per l’espressione di provvedimenti paesaggistici sono attualmente vigenti due distinte procedure:

  • Procedura ordinaria: riguarda opere ed interventi soggetti alla procedura stabilita dall’art. 146 del D. Lgs. 42/2004;
  • Procedura semplificata: entrata in vigore il 10 settembre 2010, riguarda opere ed interventi di “lieve entità” secondo il regolamento di cui al DPR 9/07/2010 n° 139 [PDF file ~ 52kB].

Procedura ordinaria

L’iter istruttorio è riassunto nell’allegato schema procedura ordinaria [PDF file ~ 133kB].

Il richiedente deve presentare istanza di autorizzazione paesaggistica in marca da bollo all’Ente competente secondo il modello di istanza in procedura ordinaria [DOC file ~ 27kB] conforme alla DGR 2727/11, corredata dalla relazione paesaggistica e dagli elaborati progettuali indicati nell’Accordo [PDF file ~ 577kB] sottoscritto il 4 agosto 2006 tra Direzione Regionale del Ministero e Regione Lombardia.
Sia i contenuti della relazione paesaggistica che gli elaborati di progetto dovranno essere più o meno approfonditi e dettagliati a seconda del tipo di progetto e la documentazione cartografica dovrà essere redatta alla scala adeguata ed in relazione al tipo di intervento proposto.
Alla domanda andrà allegata una marca da bollo da apporsi sul provvedimento di autorizzazione/diniego.
Il provvedimento paesaggistico è immediatamente efficace dalla data del rilascio.

Procedura “semplificata” (art. 4 del DPR 139/2010)

L’iter istruttorio è riassunto nell’allegato schema procedura semplificata [PDF file ~ 230kB].
Con il DPR 9 luglio 2010, n. 139 sono state stabilite nuove procedure per il rilascio di autorizzazioni paesaggistiche per i cosiddetti interventi di “lieve entità” che riguardano 39 categorie di opere di tipologia ed entità diversificata, puntualmente elencate nell’allegato 1 al DPR 9 luglio 2010, n. 139 [PDF file ~ 52kB].
Il richiedente deve presentare istanza di autorizzazione paesaggistica in marca da bollo all’Ente competente secondo il modello di istanza in procedura semplificata [DOC file ~ 28kB] conforme alla DGR 2727/11, corredata dalla relazione paesaggistica semplificata redatta da un tecnico abilitato secondo il modello di “scheda per la presentazione della richiesta di autorizzazione paesaggistica per le opere il cui impatto è valutato mediante una documentazione semplificata” [PDF file ~ 42kB] di cui al DPCM 12 dicembre 2005, debitamente compilata in tutte le sue parti ed allegando la documentazione ivi specificata.
La proposta progettuale deve essere accompagnata da asseverazione di conformità urbanistica redatta dal progettista nel caso di interventi soggetti a dichiarazione di inizio attività, all’attestazione di conformità urbanistico-edilizia rilasciata dal Comune negli altri casi.
Il provvedimento paesaggistico è immediatamente efficace dalla data del rilascio.
Il parere della Commissione Paesaggio va acquisito obbligatoriamente anche in procedura semplificata, stante le disposizioni dell’art. 81 della L.R. 12/2005, in applicazione dell’art. 4, comma 12 del DPR 139/2010.

Bibliografia di riferimento in materia di tutela paesaggistica

Normativa nazionale

  • Decreto legislativo 22 gennaio 2004 n. 42 “Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’art. 10 della L. 6 luglio 2002 n. 137” (Codice Urbani) e s.m.i.;
  • Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri 12 dicembre 2005 “Documentazione necessaria alla verifica della compatibilità paesaggistica ai sensi dell’art. 146 del D.Lgs 42/04”
  • Decreto Presidente della Repubblica 9 luglio 2010 n° 139 “Regolamento recante procedimento semplificato di autorizzazione paesaggistica per interventi di lieve entità”

Normativa regionale

  • DGR 8 novembre 2002 n. 7/11045 “Linee guida per l’esame paesistico dei progetti”
  • Legge regionale 11 marzo 2005 n° 12 “Legge per il governo del territorio”
  • Delibera di Giunta regionale 2727/11 del 22/12/2011 “Criteri e procedure per l’esercizio delle funzioni amministrative in materia di beni paesaggistici in attuazione della legge regionale 11 marzo 2005 n° 12 – Contestuale revoca della DGR 2121/06”
  • Piano territoriale regionale (PTR) approvato con DCR 19 gennaio 2010 per la parte che aggiorna ed integra il Piano paesaggistico;

Normativa di settore

  • Delibera di Giunta regionale 10974/09 “Linee guida per la progettazione paesaggistica di reti tecnologiche e impianti di produzione energetica in aggiornamento dei Piani di Sistema del Piano territoriale Paesistico regionale” pubblicata sul BURL n. 8 Serie Straordinaria del 22 gennaio 2010
  • Quaderno delle Opere Tipo per le opere di Difesa del suolo (fonti: Q.O.T della Legge 102/90, mansionario delle Manutenzioni territoriali Diffuse, Q.O.T dell’Autorità di Bacino);

Per ulteriori approfondimenti è possibile consultare il portale della Regione Lombardia alla pagina:
http://www.sistemiverdi.regione.lombardia.it nella sezione “Paesaggio”.