vai subito al contenuto

Analisi idraulica sull'asta dell'Adda sopralacuale finalizzata alla redazione delle mappe di pericolosità e del rischio alluvioni

Lo studio riguarda la modellazione idraulica delle piene del Fiume Adda a supporto del progetto di Variante generale del PAI in attuazione della Direttiva 2007/60/CE [ PDF File ~ 396 KB].

La tratta in oggetto si estende dallo sbocco nel Lago di Como alla città di Tirano e lo studio è propedeutico alla redazione delle mappe di pericolosità e del rischio di alluvioni del territorio di fondovalle nella tratta suddetta.

La modellazione ha sviluppo complessivo di 70 km, comprende 244 sezioni trasversali, 31 strutture di attraversamento e 2 traverse fluviali.

In base all’Accordo di Programma, il cui schema stato approvato in Provincia con DGP n. 210 del 8.11.2011, [ PDF File ~ 70 KB] siglato con Autorità di Bacino per il Fiume Po (AdBPo) e Regione Lombardia, la Provincia di Sondrio è stata individuata come Ente attuatore delle fasi preliminari. La metodologia di indagine e le modalità di svolgimento dello studio traggono origine dalla “Specifica relativa all’attività di analisi idraulica sull’asta del Fiume Adda Sopralacuale” redatta dall’ AdBPo, Regione Lombardia e Provincia di Sondrio che definisce le linee guida e gli obbiettivi di tale attività tecnica. L’incarico professionale per la modellazione idraulica è stato affidato con determinazione n. 1006 del 19.07.2012 e si è concluso con la messa a disposizione agli enti sottoscrittori dell’Accordo della documentazione conclusiva nel dicembre 2013.

Propedeutici alla realizzazione della proposta di modellazione sono state le risultanze idrologiche del F. Adda derivanti dal “Progetto Flora”, la predisposizione di un modello idrologico semplificato e coerente con la necessità di utilizzare portate variabili lungo il tratto oggetto di studio, la stima della scabrezza delle sezioni mediante sopralluogo speditivo e la modellazione idraulica con modello monodimensionale HEC-RAS 4.1.0 per Tr 20, 200 e 500 anni, con condivisione dei risultati e taratura del modello idraulico con l’AdBPo, analisi critica delle risultanze ed individuazione di eventuali circoscritte singolarità da sottoporre ad approfondimento topografico e idraulico.

A conclusione vi è la redazione della relazione descrittiva dell’attività svolta e restituzione dei risultati forniti dal programma HEC-RAS relativi ai parametri utili per la “valutazione del rischio idraulico” in formato tabellare, come richiesto dalla Specifica relativa all'attività di analisi idraulica dell'asta del F. Adda Sopralacuale - “Disposizioni sulla consegna degli elaborati”.

Sulla scorta delle risultanze delle elaborazioni (tabulati, profili, sezioni e mappe di esondazione) gli scenari di piena per tempi diversi di ritorno sono i seguenti:

  • SCENARIO con tempo di ritorno 20 anni
    Piena ordinaria
  • SCENARIO con tempo di ritorno 200 anni
    Il più importante e significativo che definisce, ai sensi delle norme del Piano di Assetto Idrogeologico la fascia di esondazione "B"
  • SCENARIO con tempo di ritorno 500 anni
    Piena catastrofica

Lo studio si compone di elaborati in formato cartaceo, a cui corrispondono files pdf resi scaricabili in questa sezione e formati raster e shapefiles relativi alle velocità ed ai tiranti idraulici per ogni cella del DTM del terreno di riferimento.

Elenco elaborati scaricabili