vai subito al contenuto

Informativa sull'accessibilità del sito

Cos'è l'accessibilità?

«accessibilità»: la capacità dei sistemi informatici, nelle forme e nei limiti consentiti dalle conoscenze tecnologiche, di erogare servizi e fornire informazioni fruibili, senza discriminazioni, anche da parte di coloro che a causa di disabilità necessitano di tecnologie assistive o configurazioni particolari;
(Art.2, Comma 1a Legge n°4 del 09/01/04)

Il World Wide Web nasce come strumento per la condivisione planetaria delle informazioni. Escludere una fetta di utenza dalla possibilità di accedere alle informazioni non solo è discriminante, ma si contrappone fortemente all'essenza stessa del web.

Se in generale l'accessibilità di un sito web è una problematica che viene affrontata o meno a discrezione del webmaster, per quanto riguarda i siti delle amministrazioni pubbliche la legge n°4 del 9 gennaio 2004 "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici", meglio conosciuta come "Legge Stanca", rende obbligatoria l'aderenza dei siti delle PA agli standard dell'accessibilità.
Questa legge si colloca in un panorama di respiro mondiale, come risposta italiana alle problematiche sull'accessibilità sollevate dal W3C attraverso la Web Accessibility Initiative (WAI), iniziativa promossa nel 1999 per migliorare la qualità del web favorendo l'accesso ai siti da parte di utenti disabili.

Quanto è accessibile questo sito?

Il sito dell'Amministrazione Provinciale di Sondrio, sensibile al rispetto degli standard internazionali delle Web Content Accessibility Guidelines 1.0 - W3C Recommendation 1999 fin dalla loro pubblicazione, ha subito nel tempo un processo di miglioramento per offrire agli utenti un servizio in costante evoluzione. Nella primavera del 2010, l'amministrazione in carica si è impegnata in un restyling che, oltre a dare una struttura più ordinata e organica ai contenuti, offrisse anche un buon livello di piacevolezza grafica. Inoltre, la pubblicazione nello stesso periodo delle Linee guida per i siti web delle PA ha permesso di verificare la rispondenza effettiva a numerosi requisiti, peraltro promossi già a livello mondiale, e di programmare interventi futuri per migliorare il feedback e l'interattività dei servizi web offerti al pubblico.

Per una descrizione dettagliata delle caratteristiche accessibili del sito, consultare la griglia di autovalutazione secondo i 22 requisiti tecnici della Legge Stanca.

La verifica dell'accessibilità

La quasi totalità delle pagine rispettano e sono validate secondo la specifica XHTML 1.0 Strict e utilizzano il set di caratteri UTF-8. I fogli stile, anche se scritti secondo la specifica CSS 2.1, non validano per la presenza di proprietà CSS 3 (Standard ancora in via di definizione) e di alcuni costrutti proprietari non riconosciuti che permettono una resa visiva cross browser di alcuni effetti grafici come ombre e bordi arrotondati, che comunque non inficiano la funzionalità del sito là dove non supportati.
Alcune sezioni, per lo più veri e propri mini-siti dotati di un'impostazione grafica a sé stante, non rispettano quanto previsto dalla normativa poichè realizzate molti anni fa, come il Progetto degli Archivi storici, oppure perchè realizzati esternamente, come ad esempio la parte sul SIC IT2040012 “Val Viola Bormina - Ghiacciaio di Cima dei Piazzi”, creata da uno studente in collaborazione con la Provincia nell'ambito di un progetto universitario.
Nel futuro prossimo verrà fatta richiesta al Agenzia per l'Italia Digitale per verificare la qualità del sito e ottenere il logo italiano dell'accessibilità, a dimostrazione dell'adempimento a tutti gli obblighi di legge.

Ulteriori accorgimenti

  • utilizzo sperimentale alcune proprietà CSS 3 (standard ancora in Working Draft) ed equivalenti proprietari per l'aggiunta di ombre che degradano nei browser più datati
  • utilizzo di JQuery non intrusivo per l'aggiunta di effetti su menù a tendina e accordion che comunque non inficiano la navigazione
  • utilizzo tecnica di image-replacement
  • massiccio utilizzo dell'attributo title per spiegare la destinazione dei links
  • massiccio utilizzo dei tag ACRONYM e ABBR per spiegare il significato di acronimi e abbreviazioni e dell'attributo lang per avidenziare i cambiamenti di lingua
  • organizzazione dei contenuti secondo le moderne teorie di architettura dell'informazione applicata al web
  • contenuto strutturato tramite intestazioni e tag semantici per essere fruibile anche in assenza di fogli stile
  • foglio stile per adeguamento della formattazione delle pagine alla stampa
  • ridimensionamento caratteri da browser
  • URL logici, parlanti e facilmente memorizzabili
  • indicazione del formato e delle dimensioni dei files scaricabili
  • miglioramento del motore di ricerca interno, ora affidato al servizio Google Sitesearch
  • semplificazione linguistica e schematizzazione dei contenuti in punti elenco per favorire la lettura
  • grafica pacata e minimale, unicamente dedicata alla navigazione degli utenti
  • link evidenziati secondo le convenzioni cromatiche standard
  • differenza di luminosità misurata fra colore di primo piano e colore di sfondo superiore a 125
  • differenza di colore misurata fra primo piano e sfondo superiore a 500
  • sito testato con: Microsoft Internet Explorer 6, 7 e 8; Mozilla Firefox 3.5; Apple Safari 4.0; Google Chrome 4.1; Opera 10.5

Per saperne di più